Ciao mamme, ciao papà!

Negli ultimi articoli abbiamo continuato a parlare del post parto, quando il bambino è fisicamente nelle braccia dei suoi amati genitori.

Esogestazione e Tummy Time, tante nuove emozioni e attività.

Oggi vorrei affrontare un argomento che oserei definire tenero ma anche molto importante: l’importanza del papà e del suo tocco.

Negli ultimi anni, possiamo dirlo tutte all’unisono, il ruolo del padre è cambiato.

Se fino a qualche anno fa l’accudimento del bambino era un “lavoro” riservato alle mamme, ad oggi i papà giocano un ruolo fondamentale nella crescita del proprio cucciolo.

É per questo motivo che è essenziale che il papà, nonostante il poco tempo a disposizione dovuto dal congedo di paternità davvero troppo breve, sia fisicamente ed emotivamente coinvolto.

papà

L’importanza del papà

Il papà è colui che mentre lavora sta pensando al suo rientro già dalla mattina per poter cullare e coccolare la sua compagna ed il suo cucciolo.

Per l’uomo, il nuovo papà, la gravidanza è vista come un elemento del tutto mentale che può diventare concreto solo tramite alcune azioni come una carezza al pancione e l’ascolto del bebè in pancia.

Questo spesso inconsciamente serve per rendere tangibile quel che fino al giorno del parto sarà invisibile.

Serve a confermare che il nuovo cucciolo è davvero lì e arriverà a portare tanta gioia e tanto amore in famiglia.

papà

É quando nasce il nuovo amore che il tatto, il tocco, diventano fondamentali ed il papà assume il suo ruolo e può avere finalmente una comunicazione diretta con il suo piccolo.

Ma perché il tocco del papà è così speciale?

Care mamme, siete delle esperte, anche se siete al primo cucciolo.

Passate le giornate con la vostra attenzione tutta sul nuovo arrivato.

L’allattamento, il sonnellino, il Tummy Time, la culla, il riposino e tutto il resto sono azioni che a fine giornata diventano meccaniche.

Questo è dovuto dal costante impegno che riservate al vostro piccolo e spesso, non è un difetto, il tocco di una mamma può diventare quasi automatico e perde la magia dopo ventiquattro ore di continuo contatto.

Il tocco magico del papà deriva propio da questo.

Dopo una lunga ed intensa giornata di lavoro, quando la stanchezza prende il sopravvento, il contatto fisico con il suo amore sembrerà angelico, leggero.. il papà ha vissuto la sua giornata pensando al momento in cui l’avrebbe riabbracciato.

E qui le mamme si riposano, i papà e i cuccioli si sentono rassicurati e si respira un’aria serena e calda.

Il massaggio del papà

Ora che abbiamo ben capito l’importanza del suo tocco è altresì importante parlare del massaggio infantile.

Il massaggio infantile è il veicolo perfetto per capire conoscere e sensibilizzarsi verso il proprio cucciolo.

É importante che non sia solo la mamma a svolgere il massaggio perché, oltre che per il benessere del cucciolo, numerosi sono i benefici che può rilasciare anche al papà!

Senso di calma, relax, pace, pausa dopo una giornata di lavoro e soprattutto viene del tutto eliminata “l’ansia” del toccare il neonato.

Contatti

Ogni anno creo nuovi gruppi di genitori pronti ad amare il proprio cucciolo tramite il tocco.

Questo è possibile grazie all’Associazione Italiana Massaggio Infantile di cui faccio parte dal 2017 come insegnante.

Conoscenza e sensibilità, tocco e verità, fiducia in se stessi e bassi livelli di stress.. papà cosa aspettate?

Contattatemi per conoscere ed eseguire al meglio il massaggio infantile.

Vi aspetto

Ecco di seguito i miei recapiti:

333/6914485

info@ostetricaemamma.it

papà

 1,264 total views,  4 views today


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *